£0.00 (0 items)

No products in the cart.

£0.00 (0 items)

No products in the cart.

APP “FUNIVIABALDO”

28 settembre 2015 by adm_funivia Press & Media 0 Comments

Lanciata la App “FuniviaBaldo”

Polato: «La App è di grande utilità per il turista che vive la sua avventura sul Baldo in maniera sicura»

E' disponibile l'applicazione FuniviaBaldo, una guida unica e completa per i turisti, che attraverso i loro smartphone e tablet potranno ottenere maggiori informazioni per pianificare al meglio la propria visita sul Baldo.

Dotata di funzionalità che renderanno più agevole e godibile l'escursione sul monte Baldo, l'applicazione è in grado di fornire informazioni su percorsi fruibili, orari, ticket e territorio, oltre a presentare tutte le attività praticabili (parapendio, trekking, mountain bike, nordic walking, sci&snowboard).

Notevole è il fatto che le mappe dei percorsi siano fruibili off-line, questo consente a tutti gli escursionisti di averle a disposizione senza essere connessi a internet; il turista non deve, quindi, preoccuparsi di quelle zone della montagna che non sono coperte dalla rete telefonica, perché in qualunque posizione lui si trovi, l'applicazione fornirà la corrispondenza sulla mappa. Infine, dal momento che ogni escursionista che si rispetti non può trascurare le condizioni meteorologiche, l'applicazione consente di osservare in tempo reale la situazione del meteo attraverso le immagini della webcam.

Dopo la fase di sperimentazione tecnologica, sono state circa 1.600 le App scaricate e un totale di quasi 17 mila sessioni.

Presidente – Daniele Polato: «La Funivia di Malcesine Monte Baldo ha voluto investire su uno strumento innovativo come quella dell’App “Funivia del Baldo”. Sicuramente questo è al passo con i tempi e il turista italiano, tedesco o inglese avrà la possibilità di vivere la sua esperienza in maniera interattiva. L'App è di grande utilità per il visitatore che vuole scaricare il suo percorso di trekking, ad esempio, e vivere la sua avventura sul monte Baldo in maniera sicura. Il turista ha anche la possibilità di ricevere tutte le informazioni della Funivia: orari o il prezzo del biglietto senza dover fare inutili code agli sportelli informativi. Questo è solo l'inizio di un progetto che vedrà in futuro altri sviluppi».

Verona, 28 settembre 2015

 

SCARICA L' APP "FUNIVIABALDO"

Read More

SALVATAGGIO CICLISTI – L’ accordo con il soccorso alpino da i primi effetti

25 settembre 2015 by adm_funivia Press & Media 0 Comments

Salvataggio ciclisti Repubblica Ceca

Polato: «Il nostro accordo con il Soccorso Alpino ha già dato il suo primo effetto concreto»

 

Daniele Polato, presidente Funivia Malcesine Monte Baldo: «La conclusione positiva per i due ciclisti della Repubblica Ceca è una bella notizia, che mi fa doppiamente piacere. L'intervento si è concluso all'una dell'altra notte e, i volontari del Soccorso alpino, mi hanno riferito che le due persone avevano molta stanchezza e difficoltà a procedere, oltre allo spavento. E' quindi per noi una soddisfazione dal punto di vista umano per aver salvato dal pericolo due persone; ma lo è anche dal punto di vista amministrativo perché dimostra l'importanza dell'accordo che poche settimane fa abbiamo sottoscritto con i vertici del Soccorso Alpino veronese. L'accordo ha già dato il suo primo effetto concreto a garanzia della sicurezza e dell'incolumità degli sportivi che salgono sul Baldo.

L'appello che lancio agli escursionisti, su indicazione dei soccorritori, è di seguire sempre i sentieri segnati e soprattutto adesso che le giornate sono più brevi, di affrontare queste esperienze dal mattino e non da metà pomeriggio, come invece è successo. Sono norme di prevenzione che rappresentano proprio il cuore dell'accordo appena sottoscritto, che infatti prevede alcune giornate di informazione al pubblico su come affrontare i rischi della montagna. Le azioni in questo senso non sono mai troppe e permettono di evitare il peggio. Anche per questo abbiamo approntato una App con i sentieri tracciati».

Verona, 25 settembre 2015

Mirella Gobbi 338/1037288

Read More

RADUNO ZONALE XIV ZONA F.I.V.

22 settembre 2015 by adm_funivia Press & Media 0 Comments

Collaborazione Funvia XIV Zona Fiv

A Malcesine il primo raduno zonale di orientamento per giovani velisti

 

Nelle giornate del 19 e 20 settembre, si è tenuto, a Malcesine, il Primo Raduno Zonale di orientamento al cambio classe dedicato ai giovani atleti di zona. L'attività rientra a pieno titolo nell'Accordo di collaborazione siglato in primavera fra la Funivia Malcesine Monte Baldo e la XIV Zona Fiv per sostenere e incentivare gli sport lacustri (zona di riferimento della funivia) e soprattutto le attività giovanili, con lo scopo di favorire l'affermazione di giovani sportivi.

Il raduno, decimo appuntamento di stagione dell’Attività Sportiva Giovanile della XIV Zona FIV (Federazione Italiana Vela), aveva lo scopo di far provare ai ragazzi le future imbarcazioni U19 di interesse federale, in modo da consentir loro di individuare quale fosse la più adatta alle singole esigenze. All'incontro hanno partecipato i giovani nati fra il 2000 e il 2003.

Nella giornata di sabato, dopo una presentazione delle tre imbarcazioni, che ne sottolineava le caratteristiche principi, i ragazzi sono stati divisi in gruppi e, a ogni comitiva, è stata assegnata una barca. In acqua, i giovani atleti, affiancati da compagni più esperti, hanno sperimentato i vari ruoli, comportandosi come un equipaggio nel collaudo del mezzo che era stato loro assegnato. Domenica, dopo un confronto sulle problematiche riscontrate nella giornata precedente e il proseguimento del test sulle imbarcazioni, una foto di gruppo ha sancito la fine del raduno che si spera possa essere il punto di partenza per un’attività giovanile legata ai catamarani nella nostra zona.

Verona, 22 settembre 2015

Read More

LA FUNIVIA & CULTURA – Mostra fotografica sugli spettacoli in Arena

14 settembre 2015 by adm_funivia Press & Media 0 Comments

La Funivia sostiene la cultura

“I volti dell'opera” mostra fotografica sugli spettacoli in Arena

Dall'1 agosto al 13 settembre, con il supporto della Funivia Malcesine Monte Baldo, è stata allestita la mostra fotografica “I volti dell'opera” in due comuni del lago: Malcesine e Peschiera. In esposizione ci sono stati gli scatti di Sirio, Alessandra e Filippo Tommasoli, che mostrano aspetti inediti della stagione lirica areniana, conosciuta e rinomata a livello mondiale.

Le foto, scattate nell'arco di due anni, immortalano l'atmosfera magica e suggestionante trasmessa dall'anfiteatro, mostrando non solo il valore e la grandiosità di ciò che viene rappresentato sul palcoscenico, ma anche il fascino del backstage che resta, da sempre, nascosto agli occhi del pubblico. La Funivia ha sostenuto, questa operazione culturale, che ha permesso ai turisti di godere dell'unicità e del fascino propri del Festival Lirico Areniano.

La mostra è stata promossa da Fondazione Arena di Verona e AMO-Arena Museo Opera; e prodotta in collaborazione con Archivio Tommasoli, con il sostegno dell’ATF Funivia Malcesine-Monte Baldo e del Consorzio Lago di Garda è.

Verona, 14 settembre 2015

Mirella Gobbi 338/1037288

Read More

COLLABORAZIONE – Soccorso Alpino Veneto & Funivia Malcesine Monte Baldo

Collaborazione tra Funivia di Malcesine e Soccorso Alpino Veneto

Sottoscritto oggi l'accordo per la sicurezza degli escursionisti sul Baldo

 

Oggi, nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero, il presidente Antonio Pastorello ha presentato l'accordo di collaborazione fra la Funivia Malcesine–Monte Baldo e il Soccorso Alpino Veneto, che è stato sottoscritto per garantire la sicurezza degli escursionisti sul Baldo.

Erano presenti i firmatari della sottoscrizione: Daniele Polato, presidente della funivia di Malcesine; Giorgio Cocco, responsabile del Soccorso Alpino Veneto, 11^ delegazione.

Hanno partecipato inoltre: Roberto Morandi e Cristiano Pastorello del Soccorso Alpino.

La 11^ delegazione del Soccorso Alpino Veneto copre tutta la montagna veronese, da Campofontana a Malcesine, per un totale di 150 chilometri. La zona del Baldo è il punto più delicato di tutta l'area in cui il Soccorso Alpino deve operare a causa delle centinaia di migliaia di escursionisti che la funivia porta in quota. I trenta operatori volontari del Soccorso Alpino di Verona vengono attivati dal 118 in caso di emergenza sulle nostre montagne.

Altro fattore che incide sulla sicurezza del Baldo è lo scarso equipaggiamento con cui i turisti arrivano sul monte. Spesso, infatti, gli utenti della funivia, partendo da Malcesine, non sono sufficientemente attrezzati e giungono in vetta privi dell'abbigliamento idoneo ad un'escursione a quasi 1.800 metri di altitudine.

Proprio per questo motivo, l'accordo con la funivia – che ha stanziato 10.000 euro per questa collaborazione – oltre a garantire il consueto servizio di emergenza, prevede anche una campagna di prevenzione denominata “Montagna sicura”, che ha lo scopo di informare gli utenti sui rischi che si possono correre in alta quota. Inoltre, il Soccorso Alpino sarà presente sul Monte Baldo nel caso di eventi con un elevato numero di persone e per coadiuvare le squadre di evacuazione della funivia qualora si verificassero problemi tecnici all'impianto.

Il Soccorso Alpino Veneto, stazione di Verona, è composto da trenta esperti volontari formati alla Scuola Nazionale. Sono loro a garantire la reperibilità di giorno e di notte per 365 giorni l'anno; la stazione di Verona dispone di due fuoristrada e un quad per arrivare nelle zone irraggiungibili dall'elisoccorso.

Presidente – Pastorello: «Oggi presentiamo l'accordo tra la Funivia di Malcesine e il Soccorso Alpino Veneto, nato con lo scopo di fornire maggior sicurezza agli amanti della vita in montagna. I volontari del Soccorso Alpino hanno sempre messo a disposizione il loro tempo e la loro esperienza gratuitamente ma c'è necessità di fondi e risorse per portare avanti la loro preziosa attività. Come sappiamo la montagna può nascondere molte insidie e c'è il reale bisogno di un servizio di soccorso efficace in caso di emergenze, ma anche di un servizio di consulenza per le evenienze più banali in cui può incorrere chi frequenta le nostre montagne. Per questo motivo, la Funivia ha ritenuto opportuno fornire loro un aiuto economico e una collaborazione sul campo. Voglio ringraziare queste due realtà del nostro territorio perché con questo progetto hanno deciso di investire sulla sicurezza del cittadino; la mia speranza è che la loro proficua collaborazione sia di esempio per tutti gli operatori della montagna».

Presidente Funivia di Malcesine – Polato: «Dall'inizio del mandato siamo impegnati per rendere sempre più sicuro il nostro impianto e l'area circostante. Ricordo, l'installazione dei defibrillatori che hanno già salvato la vita ad una turista, ma oltre ad essere una funivia cardio-protetta come cda abbiamo voluto da quest'anno un presidio sanitario fisso interno alla stazione a monte di Tratto Spino. Finora i sanitari erano presenti solo il fine settimana. In questo quadro non poteva mancare il tassello principale: garantire la sicurezza anche fuori dalle nostre strutture. In questo i volontari del Soccorso Alpino sono fondamentali e finora hanno sempre operato in modo efficace. Da oggi c'è il riconoscimento ufficiale del loro lavoro, che non è solo di intervento d'urgenza ma anche di tutela del turista in altre occasioni. Con questo accordo, si è voluta formalizzare la nostra collaborazione con il Soccorso Alpino che opererà anche in maniera preventiva per educare e informare i visitatori a vivere in maniera consapevole l'ambiente montano».

Soccorso Alpino Veneto – Morandi: «Grazie a questo accordo storico, abbiamo la possibilità di offrire una prevenzione strutturata. Lo faremo attraverso il progetto “Montagna sicura”, due giornate informative sui rischi estivi e invernali. Del resto, è proprio sul monte Baldo che noi facciamo buona parte dei nostri interventi, dal momento che la maggior parte dei turisti spesso arriva in quota senza un equipaggiamento adeguato, abbigliamento e calzature soprattutto. Grazie al contributo che ci fornirà la Funivia di Malcesine, potremmo investire in attrezzature indispensabili per la nostra attività di soccorso, in particolar modo, potremmo acquistare un furgone che fungerà da base operativa mobile, che ci permetterà di svolgere meglio il servizio di cerca persone per il quale dobbiamo spostarci sui 150 km di montagne di nostra competenza».

 

Verona, 2 settembre 2015

Read More